Apr 28, 2014

Villa Paolina

VILLA PAOLINA (or Villa Bonaparte) is the splendid house (built in 1748) of Pauline Bonaparte (1780-1825), the beautiful sister of Napoleon. After Waterloo, Pauline moved to Rome, where she enjoyed the protection of Pope Pius VII, as did her mother, Letizia, and other members of the Bonaparte family. Pauline lived in this Villa (since 1809) near the Porta Pia that was called Villa Paolina after her. She believed this area was very healthy and the most beautiful part of Rome. Now Villa Paolina is the residence of the French Embassy to the Holy See (Vatican)

Apr 26, 2014

Naiads

The fountain of Naiads in Piazza della Repubblica, very close to Termini railway station



Apr 22, 2014

Birth of Rome

A snapshot of yesterday during the Celebrate Rome's 2767th birthday by attending the largest historical reenactment in Europe. More than two thousand participants, representing centurions, slaves, vestal virgins, gladiators, maidens, senators in togas, emperors, even gods and goddess making you believe you have stepped back in time. The procession of Romans from the Circus Maximus to the Colosseum commemorated the day when - legens has it- the city of Rome was founded by Romulus in 21 April, 753 BC


Apr 21, 2014

San Camillo de Lellis

Pictures about Basilica San Camillo de Lellis for  the celebration of the fourth century of Saint Camillo de Lellis (1550-1614). It's a church of Rome in Via Sallustiana, built in 1910 under Pope Pius X, by the architect Tullio Passarelli and dedicated to St. Camillo de Lellis, founder of the order Priest Ministers of the Sick. The facade of the church is in the Neo-Gothic style of Lombardy and is covered with red stone, with decorative elements in trevertine. There is a large staircase at the main entrance with three doorways, each with a lunette with bas-relief above. Inside the church has a Latin cross plan with three aisles divided by pillars that support arches. In a niche by the high altar is a statue of Saint Camillus (San Camillo) by Alberto Galli (1910). There is a side altar dedicated to the Blessed Virgin. In 1965, Pope Paul VI elevated the church to the status of minor basilica
More details and information on:
www.parrocchiasancamillo.it
www.camillodelellis.org
www.camilliani.it
www.youtube.com

Foto della Chiesa San Camillo de Lellis in occasione della celebrazione del quarto centenario di San Camillo de Lellis (1550-1614). E' una chiesa di Roma, eretta nel 1910 nel rione Sallustiano, in Via Sallustiana all'angolo con Via Piemonte. Su disegno dell'architetto Tullio Passarelli, la chiesa venne costruita per volere di Papa Pio X seguendo uno stile neo gotico. La chiesa è totalmente ricoperta in pietra rossa con elementi decorativi in travertino. La facciata si presenta a due ordini, con un grande portale centrale e due laterali. Per accedere di fronte c'è una larga scalinata al cui termine si presentato tre portali d'ingresso, ciascuno adornato da una lunetta con bassorilievo. Internamente la chiesa è a tre navate con un breve transetto e cappelle laterali. Notevole è il catino absidale nel quale si aprono cinque vetrate su cui sono raffigurati Cristo e gli evangelisti, la statua di San Camillo e il bassorilievo nella lunetta della porta che da alla sacrestia entrambe opere di Alberto Galli. La chiesa, consacrata a San Camillo de Lellis e affidata all'ordine da lui fondato, i Chierici Regolari Ministri degli Infermi, venne elevata al rango di basilica minore nel 1965 da Papa Paolo VI
Per più informazioni:
www.parrocchiasancamillo.it
www.camillodelellis.org
www.camilliani.it
www.youtube.com

















Apr 12, 2014

Painting

Every corner of our hotel is like a splendid painting: it's really the most photogenic three star hotel of Rome


Apr 10, 2014

Castrum Praetorium

This painting, at the entrance of our hotel, shows the symbol of our rione, Castro Pretorio (in Latin it means: Castrum Praetorium). In ancient times, in this area there were the barracks of the Praetorian Guard, the Roman emperor's personal soldiers


Apr 5, 2014

Castro Pretorio

CastroPretorio is the XVIII rione of Rome where it's located our hotel. It takes its name by the ruins of the Castrum Praetorium, the barracks of the Praetorian Guard, included in the Aurelian Walls

Il rione di Castro Pretorio è il XVIII rione di Roma e prende nome dalle caserme delle Coorti Pretoriane: i soldati scelti per la difesa dell'imperatore romano. Tramontato l'impero la zona si popolò di ville aristocratiche e di vigne. Dopo l'unità d'Italia (1870) al posto delle ville e delle vigne sorsero i palazzi del nuovo governo in asse con il Quirinale, la reggia del re e ora sede del Presidente della Repubblica. Attorno ai ministeri governativi sorsero tra il 1870 e il 1910 le abitazioni dei governanti, dei funzionari statali e di tanti nobili e aristocratici venuti a risiedere nella capitale del regno al seguito del re. Per questo motivo il quartiere è popolato di tanti villini dallo stile più variegato: si va dallo stile neo-classico allo stile barocco, rinascimentale, allo stile liberty dei primi del novecento. Insieme ai villini e chiese in stile romanico e classico sorgono palazzi condominiali nel tipico stile umbertino (Umberto I, secondo re d'Italia, 1878-1900). E' lo stile di Roma Capitale.
Delle antiche ville con giardini, terreni e viali alberati rimane in particolare Villa Bonaparte dove visse nei primi decenni del 1800 Paolina, la sorella prediletta di Napoleone. Parte dei terreni della villa sono stati venduti dopo la fine dello Stato Pontificio per la costruzione di palazzi abitativi. Il nucleo centrale della villa con l'edificio (in cui abitò Paolina Bonaparte) e i giardini che lo circondano è rimasto alla Francia e vi ha sede l'ambasciata di Francia presso la Santa Sede.
Dove erano le caserme dei Pretoriani ora sorge il modernissimo complesso della Biblioteca Nazionale. Questo quartiere è il primo quartiere di Roma Capitale, il più elegante. Vi hanno abitato i personaggi che hanno fatto grande la nuova nazione: statisti, celebri docenti universitari, scienziati, artisti, scrittori non solo italiani ed europei, ma anche provenienti dal Nuovo Mondo, l'America. E' il quartiere più sicuro e meglio amministrato e collegato più comodamente di ogni altra parte di Roma con i trasporti pubblici e ferroviari in quanto è prossimo alla stazione Termini, la stazione centrale dei treni, della metro e degli autobus. Tutto questo perchè qui risiede la classe governativa della nuova nazione