Jan 7, 2017

Chiesa Santa Maria Maddalena

La chiesa di Santa Maria Maddalena è una delle chiese della Città Eterna, nel rione Colonna, che si affaccia sulla piazza omonima. Rappresenta uno dei pochi e dei più begli esempi dell'arte rococò in Roma.

È la chiesa regionale degli abruzzesi residenti a Roma e la sua origine della chiesa è anteriore alla prima metà dell'VIII secolo.

Presso questa, si dice che fecero sosta alcune monache basiliane profughe da Costantinopoli che portavano con loro il corpo di San Gregorio Nazianzeno e molte reliquie di martiri. La chiesa orientale cattolica è, probabilmente per questo motivo, di rito antiocheno e fu annessa ad un monastero di benedettine fondato intorno al 750 da papa Zaccaria.

Costruita per opera di Giacomo della Porta, Carlo Maderno e Francesco Paparelli, fu trasformata nel 1668-1685, secondo il gusto del tempo, da Giovanni Antonio de Rossi, autore della decorazione architettonica dell'atrio e del cortile antistante, reso illusionisticamente più ampio. Ha una pianta quadrata a croce greca ed una cupola ellittica senza tamburo. La particolarità della chiesa sono le numerose cappelle tutte riccamente decorate.

Sopra l'altare c'è il dipinto di una Madonna del XII secolo da cui prende il nome la chiesa.

Nel 1586 la chiesa, costruita su una cappella del Trecento già proprietà dell'Arciconfraternita del Gonfalone, venne affidata a Camillo de Lellis che ne fece la sede centrale dell'ordine dei Camilliani.

All'ordine e al suo convento fu assegnato l'intero isolato circostante (piazza della Maddalena, via del Collegio Capranica, via delle Colonnelle)

Più informazioni: Chiesa Santa Maria Maddalena







L'interno è complesso: all'unica navata di forma ottagonale allungata, con due cappelle per ogni lato, segue il transetto sottostante la cupola, con a destra il "cappellone" del titolare San Camillo de Lellis, del quale sono custodite le spoglie mortali.






No comments:

Post a Comment